Come fare trading sulle materie prime

Come fare trading sulle materie prime

In questo articolo parleremo di come fare trading online sulle materie prime. Entreremo nello specifico di cosa siano le materie prime e il loro utilizzo, inoltre prenderemo in esame anche i migliori broker sul mercato. Prima di tutto è opportuno identificare i broker che detengano le certificazioni Europee. Le certificazioni dei broker a cui dobbiamo prestare attenzione riguardano la sicurezza nel campo finanziario. Le certificazioni di maggiore interesse sono la Cysec e la CONSOB, entrambi questi due organi di controllo sono a tutela degli investitori.

  • La Cysec: E’ un ente che tutela e supervisiona le società e i broker, controlla i fondi d’investimento registrati e impone sanzioni amministrative e penalità ai broker o ai consulenti finanziari.
  • La CONSOB: E’ un ente di commissione nazionale per le società e la borsa. La CONSOB  ha come sede Roma, verifica la correttezza dei comportamenti degli operatori, vigila per prevenire eventuali comportamenti scorretti.

Cosa sono le materie prime

Le materie prime sono tutti quei materiali grezzi utilizzati nei processi di lavorazione ( industriali, artigianali, ecc. ) Le materie prime servono per la fabbricazione di prodotti e beni finali. Si tratta di risorse naturali per le quali sussiste la possibilità tecnica e la convenienza effettiva in quanto indispensabili. Le materie prime si possono suddividere in materie prime rinnovabili e non rinnovabili.

 Le materie prime non rinnovabili 

Le materie prime non rinnovabili sono quelle materie prime che non possono essere rigenerate al termine di ogni ciclo di produzione/consumo. Sono disponibili in quantità limitata ed il consumo delle materie prime non rinnovabili determina la loro diminuzione. Le materie prime non rinnovabili sono i minerali, i metalli e le fonti di energia non rinnovabile.

Le materie prime rinnovabili

Le materie prime rinnovabili sono quelle materie prime di origine animale o vegetale che possono essere rigenerate ogni volta al termine di ogni ciclo, le materie prime possono essere rigenerate solamente entro determinati tassi di sfruttamento. Le materie prime rinnovabili sono il legno, i prodotti agricoli, i tessuti di origine vegetale (cotone, lino, canapa, etc.) le fonti di energia rinnovabile come l’energia eolica, solare, idro termica etc.

Come fare trading online sulle materie prime

Per iniziare a fare trading online sulle materie prime è necessario iscriversi ad un broker che ci permetta di di fare trading sulle materie prime. Come abbiamo già detto dobbiamo prestare attenzione alle certificazioni di sicurezza Europee. Una volta identificato un broker sicuro e affidabile, andremo a vedere se il broker da noi scelto ci permetta di fare trading sulle materie prime. Ora è il momento di iniziare, vi ricordo che la maggior parte dei broker mette a disposizione un conto demo.   Per avere la guida al trading online 2019 clicca qui 

Il conto demo è un conto prova e virtuale, dove il trader potrà fare esperienza nel settore senza investire i propri soldi, il conto demo è un’ottima soluzione per conoscere i mercati e imparare le strategie di money management. Quando si fa trading online sulle materie prime è importante eseguire due tipi di analisi, strettamente correlati fra loro, questi due tipi di analisi sono alla base dello studio per poter investire in materie prime . Di seguito una breve spiegazione dell’analisi fondamentale e dell’analisi tecnica.

Analisi tecnica

L’analisi tecnica serve per studiare l’andamento dei prezzi nei mercati finanziari, questo serve per prevedere le quotazioni future. L’analisi tecnica si prefigge di analizzare tutti i dati tramite dei grafici per determinare il momento opportuno per vendere o acquistare.

Analisi fondamentale

L’analisi fondamentale di base cerca di stabilire il prezzo corretto di un asset, tramite lo studio di fattori esterni, come fattori economici, politici, situazione sociale. L’ analisi fondamentale  sulle materie prime deve assolutamente prendere in considerazione tutti questi fattori dato che le materie prime sono soggette principalmente a fattori esterni, portiamo come esempio il cotone se in una determinata annata il cotone è vittima di parassiti, sicuramente il suo prezzo avrà dei mutamenti  importanti. Questo studio è applicabile a qualsia altra materie prima che sia rinnovabile o no.

Fare trading online CFD

Il miglior modo per fare trading online sulle materie prime sono i CFD ( Contratti per differenza). I CFD sono tratto un contratto redatto con il broker in base al quale viene la scambiata la differenza di prezzo di un certo asset, denominato sottostante, nel momento di apertura del contratto e nella sua chiusura. I CFD rappresentano un’ottimo modo per fare trading online, in quanto non vi è bisogno di investire una grande cifra iniziale. Per fare trading CFD sulle materie prime è fondamentale individuare per prima cosa la materia in cui si vuole andare ad aprire la posizione, come ad esempio il petrolio, una volta individuata tramite la piattaforma di broker selezioneremo la modalità di investimento, in questo caso i CFD e apriremo la posizione. Con i CFD si possono aprire le posizioni long e short. Con la posizione long andremo a guadagnare se il prezzo della materia prima sale e invece con la posizione short andremo a guadagnare se la posizione scende.

Per concludere fare trading online sulle materie prime è molto vantaggioso, si consiglia di iniziare tramite il conto demo per testare le varie strategie.