Le banche centrali creano le condizioni favorevoli per il trading di opzioni binarie

Banche Centrali

Banche Centrali

Le opzioni binarie fin dalla loro nascita nel 2008 sono attrattiva per monti investitori grazie alla loro facilità d’uso e al buon livello di rendimento sull’investimento. Infatti non è raro che anche un trader alle prime armi possa trarre confortevoli profitti nel giro di poche ore.

Tali strumenti finanziari funzionano secondo il principio di una scommessa.

Per scommettere con un’opzione binaria basta anticipare la tendenza al rialzo o al ribasso di prezzo di un’attività sottostante. Tale scommessa può essere assunta su vari mercati azionari, come il Forex, su mercati delle materie prime, riguardare azioni o altri indici.

L’attuale periodo è particolarmente favorevole per speculare sugli indici di diversi paesi, tra cui il CAC 40 della borsa di Parigi o il Ftse 100 a Londra. Dal 2012 la Federal Reserve, ossia banca centrale degli Stati Uniti, la Banca del Giappone e la Banca d’Inghilterra versano miliardi di dollari ogni mese nei mercati finanziari con un conseguente aumento dei principali indici di borsa.

La stessa strategia è stata attuata quest’anno anche dalla Banca centrale europea, mediante l’operazione di quantitative easing.

Si può approfittare di questa politica monetaria e delle operazioni di quantitative easing scommettendo sui mercati finanziari e sulla ricollocazione dei flussi finanziari dai mercati emergenti.

Negli Stati Uniti, dove la politica di aumento della moneta in circolazione è ormai attiva da anni, la nomina di Janet Yellen a capo della Fed a gennaio 2014 è stata solo una formalità tant’è che il successore presidente della banca americana si è impegnato a mantenere il suo programma di iniezione di liquidità per spingere il mercato azionario a nuovi massimi.

Anche in Europa, la direzione di flussi di capitali è quella del costante aumento. Il CAC 40 a Parigi così come il Ftse Mib a Milano hanno goduto di un incremento di quasi il 30% nel 2014 rispetto all’anno precedente e questa tendenza è confermata anche nel 2015. Sembra che i mercati abbiano una sola direzione: l’aumento. E’ il momento ideale per aprire posizioni di acquisto di “call” di opzioni binarie, ossia la scommessa a riacquistare ad un certo prezzo futuro.

Se siete scettici circa la continuazione del rally rialzista potreste acquistare un’opzione “Put“, ossia l’impegno a vendere ad un prezzo fissato oggi, per anticipare lo scoppio di questa bolla.

Questo modo di funzionamento è basato anche sulle questione macro economiche e in particolare è influenzato dalle politiche monetarie delle principali banche centrali, grazie alle quali è possibile prevedere più facilmente la direzione del corso dei più importanti indici di borsa.

Tuttavia, occorre non dimenticare che si tratta di transazioni speculative per cui resta sempre il rischio di perdita del capitale, che può essere ridotto al minimo solo facendo molta attenzione alle notizie economiche e finanziarie su scala mondiale.