L’economia cinese non influisce il rialzo delle borse europee

La maggior parte dei titoli europei ha chiuso in positivo e gli investitori hanno seguito tutti lo stesso comportamento ovvero quello di ignorare totalmente l’andamento al ribasso dei mercati asiatici.

Nella mattinata gli scambi europei hanno visto l’EURO STOXX 50 salire dello 0,75%, il tedesco DAX 30 in salita dello 0,29% e il francese CAC 40 aumentare dello 0,77%.

Nonostante le manovre messe in campo dalla Commissione di vigilanza sui mercati finanziari cinese i timori su di un indebolimento della crescita economica restano.

Il comportamento dei titoli finanziari risulta essere misto, vediamo BNP Paribas che cresce dello 0,61%, Deutsche Bank scende dello 0,72%, Unicredit ed Intesa Sanpaolo salgono rispettivamente dello 0,55% e dello 0,61%.

In Spagna BBVA cala dello 0,56% e Banco Santander cresce dello 0,91%.

La Wolkswagen riesce a salire dello 0,32% dopo che l’AD Matthias Müller in occasione di un viaggio negli USA si è scusato per lo scandalo dell’anno scorso ed ha promesso che saranno messi in campo degli investimenti atti ad aumentare i posti di lavoro.

Per quanto riguarda il FTSE 100 di Londra legato alle materie prime vediamo un calo dello 0,42%.

Nel settore finanziario l’andamento è positivo, Barclays sale dello 0,64%, HSBC Holdings guadagna lo 0,45%, Royal Bank of Scotland e Lloyds Banking guadagnano rispettivamente lo 0,79% e l’1,28%.

I Futures sul Dow Jones Industrial Average guadagnano lo 0,52%, i Futures sull’S&P 500 salgono dello 0,72% e i Futures sul Nasdaq 100 salgono dello 0,52%.