Religione e trading online non si mescolano

Gli operatori del trading online come: ebrei, musulmani, cristiani ecc…. stanno mettendo in discussione la legittimità del trading delle opzioni binarie.

Oggi tratteremo il rapporto tra la Sharia e il trading per i commercianti musulmani.

Il Trading binario è diventato estremamente popolare in Nord Africa, ma anche nei Paesi del Golfo, ponendo molte domande. Nel corso degli ultimi due decenni, ci sono stati grandi cambiamenti nel mondo della finanza, in particolare, vi è stato un grande salto tra il tradizionale e il mondo virtuale. Questo cambiamento ha anche contribuito ad alimentare la crescita del commercio al dettaglio con l’apertura delle frontiere finanziarie a persone di tutte le fedi e nazionalità.

Con una popolazione musulmana nel mondo circa 2 miliardi di persone, ci si può aspettare una quota enorme della comunità commerciale costituita da commercianti musulmani. Per tenere conto di questo gruppo di commercianti, alcuni brokers innovativi hanno sviluppato il concetto di:

“conto trading islamico”.

Sharia (giurisprudenza islamica)

Per molti di coloro che non conoscono la vita di un musulmano, dovete sapere che sono guidati dai principi fissati dalla Sharia. La parola sharia significa in realtà “futuro” in arabo antico. La sharia governa tutti gli aspetti della vita di un musulmano, che vanno dall’economia al settore sociale.
Nella giurisprudenza islamica, uno dei principali divieti è di avere qualcosa a che fare con i soldi in prestito e con gli interessi o “Riba” in arabo.
E’ indipendentemente dal fatto che tu sei il creditore o debitore. Per i musulmani, l’investimento è strutturato secondo l’idea di “rischio condiviso” a seguito dei principi come il Bai salam, mudarabah ina (Profit Sharing) o Bai ‘al’ INAH (accordo di vendita e riacquisto).

Sharia e Trading Binary

Dal momento che l’interesse è proibito dalla sharia, questo significa che un operatore binario musulmano non può vincere o raccogliere un interesse. Sappiamo tutti che i mercati finanziari operano su una base di 24 ore. Tuttavia, per la liquidazione dei conti, tutte le posizioni aperte sono rinnovati alle 17 pm Eastern Standard Time (EST) successivo al giorno di negoziazione. L’Interesse giornaliero è quindi accreditato o addebitato sul conto.

Come accennato in precedenza, è irrilevante se il commerciante riceve l’interesse. Fino a quando l’interesse sarà coinvolto in una transazione commerciale, sarà “haram” o illegale per un musulmano.

Ovviamente, una tale situazione mette un commerciante musulmano in un dilemma.

Cos’è un Conto Islamico di Trading?

Per risolvere questo dilemma, molti broker di opzioni binarie hanno introdotto il concetto di conto di “libero scambio” per la negoziazione islamica che elimina il concetto del pagamento degli interessi.

Succede che qualsiasi posizione aperta alle 17 am EST è chiuso e riaperto immediatamente per un nuovo ciclo di 24 ore.

In una tale situazione, non vi è alcun elemento di interesse coinvolto nella transazione commerciale. Così, i mercanti musulmani possono stare tranquilli perché le loro attività di trading non violano la loro credenza religiosa.